18 dicembre 2020

I polli buoni e ruspanti!

Gabriella ci racconta del cane Pippo e dei polli ruspanti mangiati per un'estate intera!
Ho voglia di mangiare il pollo alla cacciatora e lo andrò a comprare dove si trova buono, nostrale e ruspante come si dice.
Ora si trovano facilmente in macelleria ma un'estate...
Erano gli anni 50, racconta la mamma che mai sta zitta, la sua famiglia, babbo, mamma, zia, fratelli, amici dei fratelli, fidanzate dei fratelli, amici dei genitori, tutti quanti e anche i “lavoranti”cioè i ragazzi apprendisti a cottimo che aiutavano il nonno e gli zii doratori, tutti al mare, in una casetta in uno dei pochi stabilimenti che c'erano a quel tempo a Viareggio, Città Giardino per la precisione.
Famiglia benestante perché fortunatamente piena di lavoro, di San Frediano non lasciava a casa nessuno, erano tutti ospitati in casa dormendo su giacigli di fortuna o dalla mattina alla sera per fare un bagno nel bel mare della Versilia (non me ne vogliano i Viareggini che non si sentono versiliesi, per me sempre di Versilia si tratta...)
All'epoca gli stabilimenti erano strutture spartane, lontanissime da quelle di oggi. Vicino al Bagno dei miei nonni ce ne era uno che aveva addirittura un pollaio sulla spiaggia, con una rete come recinto. Il cane di mio zio, Pippo, era furbissimo e si divertiva a saltare il piccolo recinto per andare a caccia di polli. Riconoscibilissimo per quella macchia nera intorno a un occhio, faceva sì che il padrone del pollaio, rassegnato, portasse i polli uccisi ai miei nonni affinchè li pagassero e così, quell'estate la famiglia mangiò un sacco di polli, fritti, lessi, alla cacciatora, schiacciati alla diavola...

CONIGLIO O POLLO ALLA CACCIATORA
per 4 persone

- 1 piccolo coniglio o pollo medio, puliti e tagliati in 8 pezzi
- 200 g di pomodoro passato
- 100 ml di vino rosso secco
- 1 grossa cipolla rossa, a fette sottili
- 2 spicchi di aglio schiacciati
- 1 cucchiaino di semi di finocchio
- 100 g di olive nere dolci
- 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
- Pepe nero macinato fresco, q.b.
- Sale q.b.

In un tegame basso scaldare l'olio e cuocere la cipolla a fuoco lento coperta per 10 minuti. Aggiungere l'aglio e il finocchio, far insaporire poi mettere il pollo (o il coniglio) e far rosolare a fuoco vivace da tutte le parti. Versarvi il vino e lasciar evaporare l'alcol. Mettere anche il pomodoro e le olive, regolare di sale e pepe, coprire e cuocere a fiamma bassa coperto fino a completa cottura, circa 40 minuti. Servire caldo.